Babele

[Cerca]
Il progetto   |   I testi   |   Le regole
Babele è un progetto di Tesionline finalizzato alla creazione di contenuti web. Deve il suo nome al celebre racconto di Jorge Luis Borges.
Esso rappresenta per un verso una provocazione di sapore vagamente dadaista, ma si propone anche quale strumento di indagine dei meccanismi di propagazione e selezione dei contenuti informativi che caratterizzano Internet.
Da ultimo, è un esercizio ludico, e in quanto tale passibile di risultare gradevole.

In termini operativi, il funzionamento di Babele è semplice. Si parte da una prima generazione di testi, che definiremo di livello 0. Ad essi viene applicata una regola di trasformazione, la regola 1, così da generare una seconda generazione di testi, i quali apparterranno al primo livello. I testi di primo livello vengono quindi sottoposti ad un processo di selezione basato sulle letture di cui sono oggetto. Al termine della selezione, i testi che l’hanno superata danno luogo ad una nuova generazione, il secondo livello, tramite l’applicazione della regola 2, la quale viene altresì applicata ai testi di livello 0, ripopolando il primo livello. Segue una nuova selezione e, come è facile immaginare, l’applicazione di una nuova regola e così via.

I testi di livello 0 sono costituiti dagli abstract delle tesi pubblicate in questo sito, i quali - ai fini della realizzazione del progetto - sono considerati mere sequenze di caratteri. Le regole, dal canto loro, descrivono algoritmi di trasformazione che prescindono da qualunque interpretazione del testo, ovvero dal suo contenuto semantico.

Dopo avere applicato un numero sufficientemente elevato di trasformazioni, non disperiamo di poter disporre, in anteprima assoluta, di un testo che enunci la data precisa della fine del mondo, o qualunque altra informazione sia per voi di simile importanza.

La partecipazione al progetto sarà vivamente apprezzata. Essa può concretizzarsi nella formulazione di osservazioni, suggerimenti e critiche, che saranno attentamente considerati. Altrettanto utile è il sottoporre proposte di regole, fornendo in tal modo al progetto la sua linfa vitale.
Tutto ciò va inviato al seguente indirizzo: babele@tesionline.it

«Da queste premesse incontrovertibili dedusse che la Biblioteca è totale, e che i suoi scaffali registrano tutte le possibili combinazioni dei venticinque simboli ortografici (numero, anche se vastissimo, non infinito) cioè tutto ciò ch'è dato di esprimere, in tutte le lingue. Tutto: la storia minuziosa dell'avvenire, le autobiografie degli arcangeli, il catalogo fedele della Biblioteca, migliaia e migliaia di cataloghi falsi, la dimostrazione della falsità di questi cataloghi, la dimostrazione del catalogo falso, l'evangelo gnostico di Basilide, il commento di questo evangelo, il commento del commento di questo evangelo, il resoconto veridico della tua morte, la traduzione di ogni libro in tutte le lingue, le interpolazioni di ogni libro in tutti i libri.»
Jorge Luis Borges, La Biblioteca di Babele, 1941


Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy